Verso un moderno Museo del Risorgimento e dell'Età Contemporanea?