Gramsci, Gentile, Marx e le filosofie della prassi