Il doppio ingresso nel dramma: la prima e la seconda scena