VINCITORE DELL’EDIZIONE 2008 DEL PREMIO NAZIONALE DI ARTE E CULTURA FRONTINO - MONTEFELTRO. VINCITORE DELLA XXVII EDIZIONE (2009) DEL PREMIO SALIMBENI PER LA STORIA E LA CRITICA D’ARTE. Il volume è il frutto delle ricerche della curatrice che é anche autrice, in massima parte, dell'opera (circa 611 pagine di testo su complessive 661), Anna Maria Ambrosini Massari, nel fondo manoscritto dello storiografo maceratese (1794-1862), con una selezione dei più significativi materiali inediti, che hanno portato a importanti novità su opere, temi e protagonisti, con significativi assestamenti, anche sorprendenti, delle conoscenze. Come, per esempio, le lettere di Carlo Rosei ad Amico Ricci da cui è possibile documentare che la Crocifissione di Gentile da Fabriano, acquistata dalla Pinacoteca di Brera come cimasa del celebre Polittico di Valleromita, non è in realtà la tavola pertinente a quel complesso. Il volume contiene la pubblicazione di una selezione di oltre duecento lettere artistiche con importanti personalità, tra cui Leopoldo Cicognara o Pietro Selvatico, da cui si profila un nuovo modo di intendere la storia dell’arte, dove la visione diretta diventa sempre più importante, fra spinte in avanti e clamorosi arresti, sullo sfondo della urgente problematica della depauperazione del patrimonio artistico marchigiano, attraverso spoliazioni prima e vendite poi. Una sezione di particolare rilevanza è quella che riguarda la corrispondenza tra Ricci e il fermano Alessandro Maggiori, che ha portato a espungere dal fondo Ricci circa 25 manoscritti, in realtà autografi di Maggiori ma donati a Ricci alla sua morte dagli eredi. Maggiori, noto come raffinato collezionista di disegni, si profila quale mentore delle ricerche di Ricci e per la prima volta se ne traccia una biografia densa di novità e che delinea la sua poliforme personalità. A cominciare dalle aspirazioni giovanili, non note, a una carriera pittorica, confermata da numerosi suoi disegni trovati nei manoscritti e ampiamente illustrati. Il volume ospita un contributo di Anna Cerboni Baiardi ed Elisa Barchiesi, che ha altresì collaborato nella trascrizione dei manoscritti, mentre M.M. Paolini ha collaborqato alla stesura del complesso Indice ragionato dell'Epistolario.

‘Dotti amici’. Amico Ricci e la nascita delle storia dell’arte nelle Marche

AMBROSINI MASSARI, ANNA MARIA
2007

Abstract

VINCITORE DELL’EDIZIONE 2008 DEL PREMIO NAZIONALE DI ARTE E CULTURA FRONTINO - MONTEFELTRO. VINCITORE DELLA XXVII EDIZIONE (2009) DEL PREMIO SALIMBENI PER LA STORIA E LA CRITICA D’ARTE. Il volume è il frutto delle ricerche della curatrice che é anche autrice, in massima parte, dell'opera (circa 611 pagine di testo su complessive 661), Anna Maria Ambrosini Massari, nel fondo manoscritto dello storiografo maceratese (1794-1862), con una selezione dei più significativi materiali inediti, che hanno portato a importanti novità su opere, temi e protagonisti, con significativi assestamenti, anche sorprendenti, delle conoscenze. Come, per esempio, le lettere di Carlo Rosei ad Amico Ricci da cui è possibile documentare che la Crocifissione di Gentile da Fabriano, acquistata dalla Pinacoteca di Brera come cimasa del celebre Polittico di Valleromita, non è in realtà la tavola pertinente a quel complesso. Il volume contiene la pubblicazione di una selezione di oltre duecento lettere artistiche con importanti personalità, tra cui Leopoldo Cicognara o Pietro Selvatico, da cui si profila un nuovo modo di intendere la storia dell’arte, dove la visione diretta diventa sempre più importante, fra spinte in avanti e clamorosi arresti, sullo sfondo della urgente problematica della depauperazione del patrimonio artistico marchigiano, attraverso spoliazioni prima e vendite poi. Una sezione di particolare rilevanza è quella che riguarda la corrispondenza tra Ricci e il fermano Alessandro Maggiori, che ha portato a espungere dal fondo Ricci circa 25 manoscritti, in realtà autografi di Maggiori ma donati a Ricci alla sua morte dagli eredi. Maggiori, noto come raffinato collezionista di disegni, si profila quale mentore delle ricerche di Ricci e per la prima volta se ne traccia una biografia densa di novità e che delinea la sua poliforme personalità. A cominciare dalle aspirazioni giovanili, non note, a una carriera pittorica, confermata da numerosi suoi disegni trovati nei manoscritti e ampiamente illustrati. Il volume ospita un contributo di Anna Cerboni Baiardi ed Elisa Barchiesi, che ha altresì collaborato nella trascrizione dei manoscritti, mentre M.M. Paolini ha collaborqato alla stesura del complesso Indice ragionato dell'Epistolario.
9788876634208
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11576/1893770
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact