Leopoldo Nobili e la cultura scientifica del suo tempo