I "Principia philosophiae cartesianae" di Spinoza: slittamenti semantici e oscillazioni linguistiche