Il contributo si propone, alla luce di nuove ricerche archivistiche, di chiarire la “vexata quaestio” relativa ai rapporti che la famiglia Santi, in generale, e il celebre pittore Raffaello, in particolare, ebbero con la città di Urbino e la corte ducale. Lo spoglio sistematico di una vasta tipologia di “instrumenta” notarili del XV e XVI secolo, conservati presso l’Archivio di Stato di Urbino, ha permesso non solo la ricostruzione genealogica dei Santi dalle origini fino alla sua estinzione (secoli XV-XVI), ma anche l’inquadramento storico di tutti quei nuclei parentali di spicco (ad esempio i Ciarla, gli Zaccagna, i di Parte, i Vagnini, i Buffa, i Baldi, i Bramante), finora poco o per nulla conosciuti, che ebbero un ruolo fondamentale anche nella vita di Raffaello e nei suoi contatti con la città d’origine. Costante è stato, poi, l’orientamento metodologico e critico verso una larga lettura di testimonianze coeve, al momento studiate solo marginalmente, come i corposi manoscritti dell’Archivio della Curia Arcivescovile di Urbino insieme ai volumi della Confraternita del “Corpus Domini” e a quelli della Fraternita di Santa Maria della Misericordia, istituzioni di spicco della città urbinate e intimamente partecipi alle vicissitudini patrimoniali dei Santi. Dagli archivi urbinati sono quindi emersi nuovi documenti, che hanno consentito di approfondire la posizione sociale in vista e l’agiatezza economica di Casa Santi, possidenti di beni sia dentro sia fuori le mura di Urbino, cresciuta al pari di altre casate locali all’ombra della signoria ducale feltresca e roveresca, di cui seguirono di padre in figlio le alterne vicende storiche. Al saggio introduttivo segue un corposo apparato documentario, a cura di Anna Falcioni e Vincenzo Mosconi, contenente regesti e trascrizioni di 512 documenti per la maggior parte inediti.

Documenti urbinati sulla famiglia Santi

FALCIONI, ANNA
2009

Abstract

Il contributo si propone, alla luce di nuove ricerche archivistiche, di chiarire la “vexata quaestio” relativa ai rapporti che la famiglia Santi, in generale, e il celebre pittore Raffaello, in particolare, ebbero con la città di Urbino e la corte ducale. Lo spoglio sistematico di una vasta tipologia di “instrumenta” notarili del XV e XVI secolo, conservati presso l’Archivio di Stato di Urbino, ha permesso non solo la ricostruzione genealogica dei Santi dalle origini fino alla sua estinzione (secoli XV-XVI), ma anche l’inquadramento storico di tutti quei nuclei parentali di spicco (ad esempio i Ciarla, gli Zaccagna, i di Parte, i Vagnini, i Buffa, i Baldi, i Bramante), finora poco o per nulla conosciuti, che ebbero un ruolo fondamentale anche nella vita di Raffaello e nei suoi contatti con la città d’origine. Costante è stato, poi, l’orientamento metodologico e critico verso una larga lettura di testimonianze coeve, al momento studiate solo marginalmente, come i corposi manoscritti dell’Archivio della Curia Arcivescovile di Urbino insieme ai volumi della Confraternita del “Corpus Domini” e a quelli della Fraternita di Santa Maria della Misericordia, istituzioni di spicco della città urbinate e intimamente partecipi alle vicissitudini patrimoniali dei Santi. Dagli archivi urbinati sono quindi emersi nuovi documenti, che hanno consentito di approfondire la posizione sociale in vista e l’agiatezza economica di Casa Santi, possidenti di beni sia dentro sia fuori le mura di Urbino, cresciuta al pari di altre casate locali all’ombra della signoria ducale feltresca e roveresca, di cui seguirono di padre in figlio le alterne vicende storiche. Al saggio introduttivo segue un corposo apparato documentario, a cura di Anna Falcioni e Vincenzo Mosconi, contenente regesti e trascrizioni di 512 documenti per la maggior parte inediti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11576/2300224
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact