La critica naturalistica della religione in Richard Dawkins e Daniel Dennett