Il saggio, sulla base di ampia documentazione quasi totalmente inedita, dà per la prima volta piena consistenza biografica, culturale e critica ad un aristocratico dilettante lucchese di fine Settecento ben noto a Lanzi, che lo cita, e però finora pressochè dimenticato a Lucca e del tutto ignorato nel resto d'Italia e d'Europa, anche dai cultori della letteratura artistica settecentesca, dimostrandone l'importanza centrale nella ricostruzione della storia dell'arte lucchese e svelando le ragioni di questa costruita congiura del sienzio.

Lucca Pittrice: Tommaso Francesco Bernardi e la letteratura artistica italiana del secondo Settecento

PERINI FOLESANI, GIOVANNA
2009-01-01

Abstract

Il saggio, sulla base di ampia documentazione quasi totalmente inedita, dà per la prima volta piena consistenza biografica, culturale e critica ad un aristocratico dilettante lucchese di fine Settecento ben noto a Lanzi, che lo cita, e però finora pressochè dimenticato a Lucca e del tutto ignorato nel resto d'Italia e d'Europa, anche dai cultori della letteratura artistica settecentesca, dimostrandone l'importanza centrale nella ricostruzione della storia dell'arte lucchese e svelando le ragioni di questa costruita congiura del sienzio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2503293
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact