Il mondo del carcere è un contesto sociale estremamente lontano dalla realtà di vita delle persone, che suscita emozioni e paure, nonché vissuti di esclusione sia per i detenuti stessi, che per l’immaginario di devianza e marginalità sociale che evoca. In questo articolo si è andato a vedere quali sono gli aspetti di criticità del vissuti del senso comune nei confronti della pena, nonché dei detenuti e degli operatori che lavorano in questo contesto. A questo proposito si sono analizzati aspetti come l’influenza dei mass Midia, la comunicazione persuasiva, l’attribuzione di responsabilità, il burnout, come categorie della psicologia sociale che permettono di comprendere maggiormente il rapporto tra il senso comune e il carcere.

La pena tra realtà degli operatori e dei detenuti e senso comune

PAJARDI, DANIELA MARIA
2008-01-01

Abstract

Il mondo del carcere è un contesto sociale estremamente lontano dalla realtà di vita delle persone, che suscita emozioni e paure, nonché vissuti di esclusione sia per i detenuti stessi, che per l’immaginario di devianza e marginalità sociale che evoca. In questo articolo si è andato a vedere quali sono gli aspetti di criticità del vissuti del senso comune nei confronti della pena, nonché dei detenuti e degli operatori che lavorano in questo contesto. A questo proposito si sono analizzati aspetti come l’influenza dei mass Midia, la comunicazione persuasiva, l’attribuzione di responsabilità, il burnout, come categorie della psicologia sociale che permettono di comprendere maggiormente il rapporto tra il senso comune e il carcere.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2503390
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact