Il volume raccoglie i contributi del secondo convegno nazionale della Italian Society for Law and Literature (ISLL) “Diritto e narrazioni. Temi di diritto, letteratura e altre arti” che si è svolto a Bologna nel giugno del 2010. Con un interlocutore di eccezione che ha introdotto i lavori del convegno, James Boyd White, si completa la prima fase del progetto della ISLL, veicolata dall’esigenza di effettuare una ricognizione degli studi italiani sulle connessioni del diritto con la letteratura e le altre arti, e diretta a fare il punto sulle metodologie che si intersecano tra le diverse prospettive disciplinari interessate dall’approccio; a testare le finalità e le funzioni che gli studiosi vi individuano; a focalizzare i temi che maggiormente ricorrono nelle sensibilità di coloro che vi si cimentano. Alle potenzialità puramente conoscitive dell’approccio Law and the Humanities, fortemente espresse in molti dei saggi, si affiancano l’osservazione critica del diritto e la possibilità di muoversi oltre il ragionamento formale, per dispiegare altre intelligenze che, nella difficile realizzazione di una comunità più giusta, compensino le fragilità della legge, vigilando sul potenziale di violenza che la stessa reca, con l’ambizione ulteriore di formare una sensibilità giuridica prima di tutto civica e tesa all’etica.

Diritto e Narrazioni. Temi di diritto, letteratura e altre arti. Atti del Secondo Convegno della Italian Society for Law and Literature

MITTICA, MARIA PAOLA
2011

Abstract

Il volume raccoglie i contributi del secondo convegno nazionale della Italian Society for Law and Literature (ISLL) “Diritto e narrazioni. Temi di diritto, letteratura e altre arti” che si è svolto a Bologna nel giugno del 2010. Con un interlocutore di eccezione che ha introdotto i lavori del convegno, James Boyd White, si completa la prima fase del progetto della ISLL, veicolata dall’esigenza di effettuare una ricognizione degli studi italiani sulle connessioni del diritto con la letteratura e le altre arti, e diretta a fare il punto sulle metodologie che si intersecano tra le diverse prospettive disciplinari interessate dall’approccio; a testare le finalità e le funzioni che gli studiosi vi individuano; a focalizzare i temi che maggiormente ricorrono nelle sensibilità di coloro che vi si cimentano. Alle potenzialità puramente conoscitive dell’approccio Law and the Humanities, fortemente espresse in molti dei saggi, si affiancano l’osservazione critica del diritto e la possibilità di muoversi oltre il ragionamento formale, per dispiegare altre intelligenze che, nella difficile realizzazione di una comunità più giusta, compensino le fragilità della legge, vigilando sul potenziale di violenza che la stessa reca, con l’ambizione ulteriore di formare una sensibilità giuridica prima di tutto civica e tesa all’etica.
9788895994680
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2509118
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact