Il saggio, pubblicato nel catalogo della mostra dedicata al quadro San Giovanni alla fonte del Guercino, nel 2011 esposto temporaneamente a Fano, città per la quale la tela era stata commissionata e oggi conservato al Musée Fabre di Montpellier, si concentra sulla collezione fanese dell’abate Giovanni Rayn, che a metà Ottocento possedeva una delle più interessanti e ricche quadrerie fanesi. Le ricerche condotte hanno rivelato per la prima volta che Rayn ebbe un ruolo importante nell’ambito dell’erudizione artistica, della conservazione e del restauro del patrimonio locale. Fra i dipinti di Guercino citati nell’inventario redatto alla sua morte figura anche il San Luca evangelista che oggi fa parte della collezione Richard L. Feigen di New York.

I dipinti di Guercino nella collezine fanese del gesuita Giovanni Rayn

PRETE, CECILIA
2011-01-01

Abstract

Il saggio, pubblicato nel catalogo della mostra dedicata al quadro San Giovanni alla fonte del Guercino, nel 2011 esposto temporaneamente a Fano, città per la quale la tela era stata commissionata e oggi conservato al Musée Fabre di Montpellier, si concentra sulla collezione fanese dell’abate Giovanni Rayn, che a metà Ottocento possedeva una delle più interessanti e ricche quadrerie fanesi. Le ricerche condotte hanno rivelato per la prima volta che Rayn ebbe un ruolo importante nell’ambito dell’erudizione artistica, della conservazione e del restauro del patrimonio locale. Fra i dipinti di Guercino citati nell’inventario redatto alla sua morte figura anche il San Luca evangelista che oggi fa parte della collezione Richard L. Feigen di New York.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2510515
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact