Questo studio rivoluziona, con nuovi documenti e una nuova prospettiva di lettura e interpretazione di opere e fonti, la tradizionale rappresentazione di Simone Cantarini come geniale allievo di Guido Reni, dimostrando l'autonomia di movimento e di modelli che fin da giovanissimo e poi sempre ha caratterizzato il pittore.

L’altra faccia della medaglia: relazioni marchigiane di Simone Cantarini

AMBROSINI MASSARI, ANNA MARIA
1997-01-01

Abstract

Questo studio rivoluziona, con nuovi documenti e una nuova prospettiva di lettura e interpretazione di opere e fonti, la tradizionale rappresentazione di Simone Cantarini come geniale allievo di Guido Reni, dimostrando l'autonomia di movimento e di modelli che fin da giovanissimo e poi sempre ha caratterizzato il pittore.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2510555
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact