Il saggio ripercorre le principali tappe della recezione di Dante in Cina nel corso del XX secolo, dalle prime influenze esercitate dal poeta fiorentino sulla generazione di intellettuali cinesi di inizio Novecento, intenti a rinnovare il proprio canone letterario, alle prime traduzioni, negli anni Trenta e Quaranta, della Divina Commedia, condotte attraverso lingue intermediarie. L’itinerario cinese del divino poema giunge sino alle recentissime traduzioni che hanno inaugurato il XXI secolo, una apparsa nella Cina continentale, in prosa, l’altra a Taiwan, in poesia, passando attraverso le prime versioni integrali dell’opera realizzate dalla prima generazione di italianisti cinesi a partire dagli anni Ottanta del secolo scorso.

Il Novecento cinese di Dante

BREZZI, ALESSANDRA
2011-01-01

Abstract

Il saggio ripercorre le principali tappe della recezione di Dante in Cina nel corso del XX secolo, dalle prime influenze esercitate dal poeta fiorentino sulla generazione di intellettuali cinesi di inizio Novecento, intenti a rinnovare il proprio canone letterario, alle prime traduzioni, negli anni Trenta e Quaranta, della Divina Commedia, condotte attraverso lingue intermediarie. L’itinerario cinese del divino poema giunge sino alle recentissime traduzioni che hanno inaugurato il XXI secolo, una apparsa nella Cina continentale, in prosa, l’altra a Taiwan, in poesia, passando attraverso le prime versioni integrali dell’opera realizzate dalla prima generazione di italianisti cinesi a partire dagli anni Ottanta del secolo scorso.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2511944
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact