Lo scavo sul lato meridionale del Tempio eseguito tra 2002 e 2003 ha restituito numerosissime lucerne e frammenti ceramici appartenenti ad uno stesso deposito votivo. Per quanto riguarda la ceramica si tratta di ceramica fine la cui tipologia formale è limitata a poche forme, per lo più coppette e ollette, mentre la ceramica comune, caratterizzata da un impasto grossolano, contempla soprattutto vasi da libagione. La cronologia della deposizione è situabile, in base al materiale ceramico eaminato, tra la metà del I a.C. e l'età augustea.

Il nuovo Santuario extra-urbano di Demetra. Lo scavo di un deposito votivo nel Tempio di Demetra: le ceramiche

ERMETI, ANNA LIA
2006-01-01

Abstract

Lo scavo sul lato meridionale del Tempio eseguito tra 2002 e 2003 ha restituito numerosissime lucerne e frammenti ceramici appartenenti ad uno stesso deposito votivo. Per quanto riguarda la ceramica si tratta di ceramica fine la cui tipologia formale è limitata a poche forme, per lo più coppette e ollette, mentre la ceramica comune, caratterizzata da un impasto grossolano, contempla soprattutto vasi da libagione. La cronologia della deposizione è situabile, in base al materiale ceramico eaminato, tra la metà del I a.C. e l'età augustea.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2512518
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact