INTRODUZIONE Il progetto ATTEMPT (Attractive Traninig Techniques to EMpower Parents and Teachers), inserito all’interno del progetto Daphne II e finanziato dalla Comunità Europea, vede come partner il Centro Ricerca e Formazione in Psicologia di Urbino, COOSS Marche ONLUS Marche (Italia), BAOBAB (Spagna), CEFERH (Francia), TP-Theater (Svezia) e Y.E.S Forum (Germania). OBIETTIVO E METODI L’obiettivo principale è valutare il grado di consapevolezza e percezione, da parte di genitori ed insegnanti, riguardo al fenomeno del bullismo e successivamente rafforzare le loro competenze relazionali e aiutarli a trovare strategie di coping e di empowerment per fronteggiare situazioni di prevaricazioni, attraverso la sperimentazione di nuove strategie di comunicazione. Il progetto prevede un’analisi dei fabbisogni di un campione di genitori ed insegnanti sulle aree più problematiche di interazione e comunicazione fra genitori e scuola e viceversa, oltre che alle possibili reazioni e strategie messe in atto di fronte a situazioni di prepotenze. Il questionario si articola su 12 domande e la presentazione di una storia di bullismo: le risposte, su una scala Likert a 4 punti, fanno riferimento a diversi possibili atteggiamenti di reazione degli adulti a specifici aspetti del fenomeno del bullismo (disimpegnato, collaborativo, oppositivo). La ricerca ha previsto la selezione di un campione, per ogni Paese partecipante, composto da 30 genitori e 30 insegnanti. RISULTATI E CONCLUSIONI Verranno presentati i principali risultati del campione italiano, sulla base dei quali sono state progettate alcune “scene” che sono state oggetto di un intervento di formazione per genitori e insegnanti realizzato con strategie particolarmente coinvolgenti sul piano emotivo, oltre che cognitivo, attraverso la tecnica del forum theatre.

Genitori e insegnanti di fronte al bullismo: analisi degli atteggiamenti e promozione della comunicazione

PAJARDI, DANIELA MARIA;VAGNI, MONIA;
2012-01-01

Abstract

INTRODUZIONE Il progetto ATTEMPT (Attractive Traninig Techniques to EMpower Parents and Teachers), inserito all’interno del progetto Daphne II e finanziato dalla Comunità Europea, vede come partner il Centro Ricerca e Formazione in Psicologia di Urbino, COOSS Marche ONLUS Marche (Italia), BAOBAB (Spagna), CEFERH (Francia), TP-Theater (Svezia) e Y.E.S Forum (Germania). OBIETTIVO E METODI L’obiettivo principale è valutare il grado di consapevolezza e percezione, da parte di genitori ed insegnanti, riguardo al fenomeno del bullismo e successivamente rafforzare le loro competenze relazionali e aiutarli a trovare strategie di coping e di empowerment per fronteggiare situazioni di prevaricazioni, attraverso la sperimentazione di nuove strategie di comunicazione. Il progetto prevede un’analisi dei fabbisogni di un campione di genitori ed insegnanti sulle aree più problematiche di interazione e comunicazione fra genitori e scuola e viceversa, oltre che alle possibili reazioni e strategie messe in atto di fronte a situazioni di prepotenze. Il questionario si articola su 12 domande e la presentazione di una storia di bullismo: le risposte, su una scala Likert a 4 punti, fanno riferimento a diversi possibili atteggiamenti di reazione degli adulti a specifici aspetti del fenomeno del bullismo (disimpegnato, collaborativo, oppositivo). La ricerca ha previsto la selezione di un campione, per ogni Paese partecipante, composto da 30 genitori e 30 insegnanti. RISULTATI E CONCLUSIONI Verranno presentati i principali risultati del campione italiano, sulla base dei quali sono state progettate alcune “scene” che sono state oggetto di un intervento di formazione per genitori e insegnanti realizzato con strategie particolarmente coinvolgenti sul piano emotivo, oltre che cognitivo, attraverso la tecnica del forum theatre.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2525577
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact