Il testo esamina il significato simbolico del corpo in quanto veicolo di significati, in particolare attinenti alla dimensione del potere. Esamina poi il ruolo del corpo alle origini della filosofia, nel pensiero di Platone, sostenendo l'irriducibilità di quest'ultimo a dimensioni morali anacronistiche e mostrando come non vi sia, con particolare riguardo al "Carmide" e al "Simposio" una svalutazione del corpo e dell'eros ma una reinterpretazione metafisica che al contrario gli conferisce valore collegando la bellezza corporea al sacro e all'immortalità.

Il corpo non è mai nudo. Simbolica del corpo e origini della filosofia.

ALFIERI, LUIGI
2012-01-01

Abstract

Il testo esamina il significato simbolico del corpo in quanto veicolo di significati, in particolare attinenti alla dimensione del potere. Esamina poi il ruolo del corpo alle origini della filosofia, nel pensiero di Platone, sostenendo l'irriducibilità di quest'ultimo a dimensioni morali anacronistiche e mostrando come non vi sia, con particolare riguardo al "Carmide" e al "Simposio" una svalutazione del corpo e dell'eros ma una reinterpretazione metafisica che al contrario gli conferisce valore collegando la bellezza corporea al sacro e all'immortalità.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2546376
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact