Il saggio è una lettura del testo di Walter Benjamin "Per la critica della violenza". Interroga il concetto di critica nel pensiero di Benjamin e ne ricostruisce il contesto estetico-romantico in cui esso viene elaborato. Considera anche il debito assunto dal giovane Benjamin con la kantiana "Critica della facoltà di giudizio". Il tema della violenza è illustrato nei rapporti complessi che esso intrattiene con la politica e il diritto e la teologia. Il saggio, muovendo da Benjamin, traccia un itinerario possibile per un diverso "uso comune" del diritto. Al suo centro sta la relazione tra nuda vita e forma di vita.

Di un possibile uso comune del diritto. Una lettura di "Per la critica della violenza" di Walter Benjamin

Domenico Scalzo
2015-01-01

Abstract

Il saggio è una lettura del testo di Walter Benjamin "Per la critica della violenza". Interroga il concetto di critica nel pensiero di Benjamin e ne ricostruisce il contesto estetico-romantico in cui esso viene elaborato. Considera anche il debito assunto dal giovane Benjamin con la kantiana "Critica della facoltà di giudizio". Il tema della violenza è illustrato nei rapporti complessi che esso intrattiene con la politica e il diritto e la teologia. Il saggio, muovendo da Benjamin, traccia un itinerario possibile per un diverso "uso comune" del diritto. Al suo centro sta la relazione tra nuda vita e forma di vita.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2631494
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact