Introduzione: Pur nota l’interdipendenza tra abilità linguistiche e apprendimento, non sono chiari gli aspetti implicati né la costanza dell’implicazione. Poco studiato il ruolo di abilità metalinguistiche quali la competenza definitoria (Benelli et al., 2006; Belacchi e Benelli, 2007). Gini et al. (2004) hanno mostrato una crescente associazione, dalla 1^ alla 5^ Elementare, tra abilità di definire parole e voti in Italiano e Matematica. Non risulta esaminato il rapporto tra competenza definitoria e successo in altre discipline, né in altre fasce di età. Abbiamo indagato tale rapporto, nell’ipotesi di un’associazione differenziata tra questa abilità e i voti in diverse discipline e diversi livelli di scolarizzazione Metodo: Partecipanti. 112 allievi - 70 di Scuola Primaria (classi 3^, 4^ e 5^), 40 di Scuola Secondaria Inferiore (Classi 1^, 2^ e 3^) – hanno effettuato una prova di definizione e le Matrici di Raven (CPM; SPM); sono stati raccolti inoltre i voti nelle singole discipline. Le definizioni sono state codificate con una nuova versione della Scala Belacchi e Benelli (in preparazione). Sono state condotte analisi 1) di varianza sulle prestazioni nella prova di definizione e nelle Matrici di Raven, con età/scolarizzazione (primaria vs. secondaria) come variabile indipendente, 2) di correlazione tra punteggi nelle prove e voti. Risultati: E’ emerso un aumento significativo, in funzione dell’età/scolarizzazione dell’intelligenza fluida (p<.001) e della competenza definitoria (p<.001). Dalle correlazioni, separate per gruppo, è emersa un’associazione tra competenza definitoria e voti nelle discipline, più elevata e generalizzata nella Scuola Primaria, più specifica e ridotta nella Scuola Secondaria, in cui si rimane significativa solo la correlazione con l’Inglese (.320*). Conclusioni: Dall’interdipendenza tra competenza definitoria e voti, differenziata per livello di scolarizzazione e disciplina, emerge un ruolo specifico di questa abilità nell’inziale costruzione di diverse conoscenze disciplinari e più stabilmente nell’Inglese, con chiara componente metalinguistica. Ciò ha implicazioni sia teoriche che applicative. Bibliografia: - Belacchi C., & Benelli B. (2007), Il significato delle parole. Il Mulino; Gini G., Benelli B. & Belacchi C. (2004), Children’s definitional skills and their relations
with metalinguistic awareness and school achievement, Eur. Journal of School Psychology, 239-264 Benelli B., Belacchi C., Gini G. & Lucangeli D. (2006), To define means to say what you know about things’: the development of definitional skills as metalinguistic acquisition, Journal of Child Language, 33, 71-97

Competenza definitoria e successo scolastico in allievi di Scuola Primaria e Secondaria Inferiore

BELACCHI, CARMEN;
2015-01-01

Abstract

Introduzione: Pur nota l’interdipendenza tra abilità linguistiche e apprendimento, non sono chiari gli aspetti implicati né la costanza dell’implicazione. Poco studiato il ruolo di abilità metalinguistiche quali la competenza definitoria (Benelli et al., 2006; Belacchi e Benelli, 2007). Gini et al. (2004) hanno mostrato una crescente associazione, dalla 1^ alla 5^ Elementare, tra abilità di definire parole e voti in Italiano e Matematica. Non risulta esaminato il rapporto tra competenza definitoria e successo in altre discipline, né in altre fasce di età. Abbiamo indagato tale rapporto, nell’ipotesi di un’associazione differenziata tra questa abilità e i voti in diverse discipline e diversi livelli di scolarizzazione Metodo: Partecipanti. 112 allievi - 70 di Scuola Primaria (classi 3^, 4^ e 5^), 40 di Scuola Secondaria Inferiore (Classi 1^, 2^ e 3^) – hanno effettuato una prova di definizione e le Matrici di Raven (CPM; SPM); sono stati raccolti inoltre i voti nelle singole discipline. Le definizioni sono state codificate con una nuova versione della Scala Belacchi e Benelli (in preparazione). Sono state condotte analisi 1) di varianza sulle prestazioni nella prova di definizione e nelle Matrici di Raven, con età/scolarizzazione (primaria vs. secondaria) come variabile indipendente, 2) di correlazione tra punteggi nelle prove e voti. Risultati: E’ emerso un aumento significativo, in funzione dell’età/scolarizzazione dell’intelligenza fluida (p<.001) e della competenza definitoria (p<.001). Dalle correlazioni, separate per gruppo, è emersa un’associazione tra competenza definitoria e voti nelle discipline, più elevata e generalizzata nella Scuola Primaria, più specifica e ridotta nella Scuola Secondaria, in cui si rimane significativa solo la correlazione con l’Inglese (.320*). Conclusioni: Dall’interdipendenza tra competenza definitoria e voti, differenziata per livello di scolarizzazione e disciplina, emerge un ruolo specifico di questa abilità nell’inziale costruzione di diverse conoscenze disciplinari e più stabilmente nell’Inglese, con chiara componente metalinguistica. Ciò ha implicazioni sia teoriche che applicative. Bibliografia: - Belacchi C., & Benelli B. (2007), Il significato delle parole. Il Mulino; Gini G., Benelli B. & Belacchi C. (2004), Children’s definitional skills and their relations
with metalinguistic awareness and school achievement, Eur. Journal of School Psychology, 239-264 Benelli B., Belacchi C., Gini G. & Lucangeli D. (2006), To define means to say what you know about things’: the development of definitional skills as metalinguistic acquisition, Journal of Child Language, 33, 71-97
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2631890
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact