Molti possono essere i temi di approfondimento di fronte ad un argomento, come il lavoro, che ha sempre rappresentato un tema centrale per l’uomo, sia per la valenza economica che per le implicazioni psicologiche e sociali, che in questi ultimi decenni ha subito radicali cambiamenti, soprattutto a fronte delle innovazioni tecnologiche, ma anche di nuove riforme del lavoro. La psicologia sociale affronta il lavoro analizzando come si sviluppano alcune dinamiche sociali, come i gruppi, la leadership, gli atteggiamenti, le rappresentazioni sociali, in questo specifico contesto. Sono molti i contatti con la psicologia del lavoro, la quale si direziona poi in un’ottica applicativa più specifica e operativa di analisi delle organizzazioni, di intervento e di formazione. La scelta operata in questo capitolo, per dare un quadro dei cambiamenti che riguardano il lavoro, è quella di partire da un discorso di fondo sulla centralità del lavoro e sulle rappresentazioni che le persone hanno del lavoro e di questa centralità, per poi offrire alcune riflessioni sul cambiamento del management in relazione alla diversa scansione del tempo lavorativo, e sulle nuove generazioni, in particolare la generazione dei cosiddetti “Millenians”, che hanno portato nelle organizzazioni un nuovo approccio al lavoro, sia dal punto di vista dell’uso delle tecnologie che della mentalità. In ultimo, abbiamo considerato come la salute del lavoratore fosse stata focalizzata in passato sulla dimensione fisica, mentre sempre di più ora è la salute psicologica del lavoratore a essere a rischio, in particolare per il fenomeno dello stress, e quindi ad avere necessità di tutela giuridica adeguata

Il lavoro che cambia e che ci cambia

PAJARDI, DANIELA MARIA;
2016-01-01

Abstract

Molti possono essere i temi di approfondimento di fronte ad un argomento, come il lavoro, che ha sempre rappresentato un tema centrale per l’uomo, sia per la valenza economica che per le implicazioni psicologiche e sociali, che in questi ultimi decenni ha subito radicali cambiamenti, soprattutto a fronte delle innovazioni tecnologiche, ma anche di nuove riforme del lavoro. La psicologia sociale affronta il lavoro analizzando come si sviluppano alcune dinamiche sociali, come i gruppi, la leadership, gli atteggiamenti, le rappresentazioni sociali, in questo specifico contesto. Sono molti i contatti con la psicologia del lavoro, la quale si direziona poi in un’ottica applicativa più specifica e operativa di analisi delle organizzazioni, di intervento e di formazione. La scelta operata in questo capitolo, per dare un quadro dei cambiamenti che riguardano il lavoro, è quella di partire da un discorso di fondo sulla centralità del lavoro e sulle rappresentazioni che le persone hanno del lavoro e di questa centralità, per poi offrire alcune riflessioni sul cambiamento del management in relazione alla diversa scansione del tempo lavorativo, e sulle nuove generazioni, in particolare la generazione dei cosiddetti “Millenians”, che hanno portato nelle organizzazioni un nuovo approccio al lavoro, sia dal punto di vista dell’uso delle tecnologie che della mentalità. In ultimo, abbiamo considerato come la salute del lavoratore fosse stata focalizzata in passato sulla dimensione fisica, mentre sempre di più ora è la salute psicologica del lavoratore a essere a rischio, in particolare per il fenomeno dello stress, e quindi ad avere necessità di tutela giuridica adeguata
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2641981
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact