I dati e i metodi informatici vengono utilizzati sia da parte di chi commette crimini sia di chi svolge indagini, e questo nuovo elemento si è inserito anche nella letteratura poliziesca. Molti dati personali si diffondono in rete senza nemmeno che ne siamo consapevoli, sia perché vengono inseriti volontariamente (spesso imprudentemente) tramite i social networks sia per il semplice fatto che i computer sono collegati in rete, così come gli smartphone, i pos, i telepass, i circuiti di videosorveglianza, gli elettrodomestici “intelligenti”. E non esiste dispositivo elettronico sufficientemente protetto, né password o altro sistema di accesso ai dati sensibili inviolabile. La letteratura non è rimasta indifferente a tutto ciò, e sono sempre più numerosi romanzi e racconti che riguardano crimini informatici, dalle violazioni della privacy al furto di materiale (foto, email) con cui ricattare persone, fino ai “cyber-attacchi” e al terrorismo informatico. Hacking, big data mining, cyberbullismo sono solo alcune delle parole che non possiamo più ignorare.

Noir 2.0. Il lato oscuro di Internet

BISCHI, GIAN ITALO;KLAVER, JAN MARTEN IVO
2017-01-01

Abstract

I dati e i metodi informatici vengono utilizzati sia da parte di chi commette crimini sia di chi svolge indagini, e questo nuovo elemento si è inserito anche nella letteratura poliziesca. Molti dati personali si diffondono in rete senza nemmeno che ne siamo consapevoli, sia perché vengono inseriti volontariamente (spesso imprudentemente) tramite i social networks sia per il semplice fatto che i computer sono collegati in rete, così come gli smartphone, i pos, i telepass, i circuiti di videosorveglianza, gli elettrodomestici “intelligenti”. E non esiste dispositivo elettronico sufficientemente protetto, né password o altro sistema di accesso ai dati sensibili inviolabile. La letteratura non è rimasta indifferente a tutto ciò, e sono sempre più numerosi romanzi e racconti che riguardano crimini informatici, dalle violazioni della privacy al furto di materiale (foto, email) con cui ricattare persone, fino ai “cyber-attacchi” e al terrorismo informatico. Hacking, big data mining, cyberbullismo sono solo alcune delle parole che non possiamo più ignorare.
9788899913212
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2648250
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact