L’altro come ritorno nel canto degli aedi