Lo sfruttamento lavorativo in agricoltura risulta incentivato da un'organizzazione complessiva della filiera agroalimentare, dominata dalla grande industria nell'ambito della distribuzione e della trasformazione del prodotto agricolo. Tale modello appare scarsamente sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale, oltre che, in misura sempre maggiore, a livello economico. Un importante impulso verso la trasformazione del sistema può provenire dalle teorie e dalla buone prassi della responsabilità sociale d'impresa, oltre che dall'applicazione di normative come quella sull'obbligatorietà della rendicontazione non finanziaria.

Il ruolo della responsabilità sociale d’impresa nelle filiere agroalimentari italiane

Elisabetta Righini
2018-01-01

Abstract

Lo sfruttamento lavorativo in agricoltura risulta incentivato da un'organizzazione complessiva della filiera agroalimentare, dominata dalla grande industria nell'ambito della distribuzione e della trasformazione del prodotto agricolo. Tale modello appare scarsamente sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale, oltre che, in misura sempre maggiore, a livello economico. Un importante impulso verso la trasformazione del sistema può provenire dalle teorie e dalla buone prassi della responsabilità sociale d'impresa, oltre che dall'applicazione di normative come quella sull'obbligatorietà della rendicontazione non finanziaria.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2662904
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact