Il riconoscimento del trauma psicologico e delle sue conseguenze richiedono una presa in carico multidisciplinare dove i diversi profili professionali costruiscano sinergie per l’intercettazione del fenomeno, riconoscimento dei segnali e l’individuazione di strategie efficaci dall’invio alla presa in carico clinica, quando necessaria. Il Corso si inserisce in questa cornice di riferimento e ha l’obiettivo di formare assistenti sociali, educatori, insegnanti, medici ed infermieri alla comprensione psicosociale dell’impatto del trauma psicologico sull’individuo e sulla società. Sarà data particolare importanza all’inquadramento della natura degli eventi traumatici (es. maltrattamento, abuso, migrazione, disastri naturali), anche in termini di vulnerabilità individuali/familiari/di comunità, delle possibili ripercussioni (neurofisiologiche e psicopatologiche) e all’attivazione delle dinamiche di resilienza. Ai partecipanti verranno presentati gli approcci teorici basati sull’evidenza scientifica che siano esplicativi delle sindromi trauma-correlate, degli effetti sulla vita individuale (prospettiva lifespan) e il ruolo del contesto come fattore di rischio o di protezione. Inoltre, sarà proposta una lettura transculturale, utile per rispondere ai piani di intervento, di supporto e di trattamento che tenga conto del ruolo dell’interpretazione culturale degli eventi traumatici. Il Corso permetterà ai partecipanti di acquisire strumenti pratici da utilizzare nella realtà professionale. Nella seconda parte saranno analizzati modelli di scuole e servizi trauma-informed per poter approfondire le strategie necessarie ad implementare un approccio trauma-informed a livello organizzativo in un’ottica integrativa e multidisciplinare. Il Corso è rivolto a laureati di I e II livello in discipline psicologiche, mediche, giuridiche, economiche, della formazione, sociologiche, antropologiche e diplomati appartenenti a professioni sanitarie (Legge 8 gennaio 2002 n.1) purché in possesso del diploma di Scuola Media Superiore quinquennale. Inoltre sarà consentito l’accesso a mediatori linguistici e culturali, assistenti sociali, antropologi, tutori di minori non accompagnati, operatori di comunità, professionisti della sanità o altri curricula congruenti con gli obiettivi del corso e valutati dalla segreteria scientifica. Sono ammessi anche i laureati all’estero, previa equipollenza del titolo ai soli fini dell’iscrizione al Corso.

TRAUMA E CORRELATI PSICOSOCIALI

Acquarini Elena
Membro del Collaboration Group
;
Eduardo Barberis
Membro del Collaboration Group
;
Vittoria Ardino
Membro del Collaboration Group
2018-01-01

Abstract

Il riconoscimento del trauma psicologico e delle sue conseguenze richiedono una presa in carico multidisciplinare dove i diversi profili professionali costruiscano sinergie per l’intercettazione del fenomeno, riconoscimento dei segnali e l’individuazione di strategie efficaci dall’invio alla presa in carico clinica, quando necessaria. Il Corso si inserisce in questa cornice di riferimento e ha l’obiettivo di formare assistenti sociali, educatori, insegnanti, medici ed infermieri alla comprensione psicosociale dell’impatto del trauma psicologico sull’individuo e sulla società. Sarà data particolare importanza all’inquadramento della natura degli eventi traumatici (es. maltrattamento, abuso, migrazione, disastri naturali), anche in termini di vulnerabilità individuali/familiari/di comunità, delle possibili ripercussioni (neurofisiologiche e psicopatologiche) e all’attivazione delle dinamiche di resilienza. Ai partecipanti verranno presentati gli approcci teorici basati sull’evidenza scientifica che siano esplicativi delle sindromi trauma-correlate, degli effetti sulla vita individuale (prospettiva lifespan) e il ruolo del contesto come fattore di rischio o di protezione. Inoltre, sarà proposta una lettura transculturale, utile per rispondere ai piani di intervento, di supporto e di trattamento che tenga conto del ruolo dell’interpretazione culturale degli eventi traumatici. Il Corso permetterà ai partecipanti di acquisire strumenti pratici da utilizzare nella realtà professionale. Nella seconda parte saranno analizzati modelli di scuole e servizi trauma-informed per poter approfondire le strategie necessarie ad implementare un approccio trauma-informed a livello organizzativo in un’ottica integrativa e multidisciplinare. Il Corso è rivolto a laureati di I e II livello in discipline psicologiche, mediche, giuridiche, economiche, della formazione, sociologiche, antropologiche e diplomati appartenenti a professioni sanitarie (Legge 8 gennaio 2002 n.1) purché in possesso del diploma di Scuola Media Superiore quinquennale. Inoltre sarà consentito l’accesso a mediatori linguistici e culturali, assistenti sociali, antropologi, tutori di minori non accompagnati, operatori di comunità, professionisti della sanità o altri curricula congruenti con gli obiettivi del corso e valutati dalla segreteria scientifica. Sono ammessi anche i laureati all’estero, previa equipollenza del titolo ai soli fini dell’iscrizione al Corso.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2663571
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact