Il saggio analizza l'opera di René Girard dedicata a una riflessione sulla guerra a partire da Clausewitz, sottolineandono il ruolo all'interno dell'opera complessiva di Girard. Confronta la concezione girardiana della guerra con quella parzialmente analoga di Canetti.

René Girard è l' "estremo" della guerra

Luigi Alfieri
2020-01-01

Abstract

Il saggio analizza l'opera di René Girard dedicata a una riflessione sulla guerra a partire da Clausewitz, sottolineandono il ruolo all'interno dell'opera complessiva di Girard. Confronta la concezione girardiana della guerra con quella parzialmente analoga di Canetti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2679631
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact