Graziella Travaglini, Walter Benjamin e Le affinità elettive di Goethe: il sublime come confine incerto tra poiesis e praxis