La scuola è safezone dove determinare il curriculum, in condivisione; dove gli attori (allievi e docenti), ciascuno nei propri ruoli, tendono ad un progetto di crescita professionale e umano, personale e collettivo. Un impianto che comporta teoria, pratica e tecnica sommate a relazioni, emozioni: testa e cuore insieme. Un incontro tra linguaggi verbali e non verbali, tra area scientifica e umanistica dove il pensiero diventa fare e il fare diventa pensiero, in un agito pensato. Focus sull'importanza del Curriculum Integrato va nella direzione giusta anche per l'università nel costruire rete tra gli insegnamenti di un corso di laurea creando opportunità di scambi sinergici per una unità del sapere in una visione olistica della formazione universitaria anche proponendo lavori scientifici congiunti. Educazione e sviluppo sulle competenze trasversali, soft skills training, inclinazioni individuate in ciascuno (allievo, docente), che vanno ad impattare nel sapere disciplinare; così come definire le hard skills; per riflettere su un decalogo metodologico dove il corpo diventa protagonista, collante, ponte di significati trasformandoli e trasportandoli in linguaggi altri. Non un palliativo ma riconoscerne il valore formativo, educativo, cognitivo, sociale e relazionale per tendere ad una alleanza tra saperi. Nella seconda parte alcuni esempi di articoli/protocolli selezionati dai principali motori di ricerca, dal 2003 al 2020, per alunni dai 5 ai 18 anni e per docenti. Una ricerca bibliografica in Italia e all'estero su: stato dell'arte, sviluppi, novità, del curriculum a scuola sempre più adattato alla persona-allievo, con protagonista il corpo in movimento

Curricolo integrato: corpo e apprendimento

Valentini, Manuela
2020-01-01

Abstract

La scuola è safezone dove determinare il curriculum, in condivisione; dove gli attori (allievi e docenti), ciascuno nei propri ruoli, tendono ad un progetto di crescita professionale e umano, personale e collettivo. Un impianto che comporta teoria, pratica e tecnica sommate a relazioni, emozioni: testa e cuore insieme. Un incontro tra linguaggi verbali e non verbali, tra area scientifica e umanistica dove il pensiero diventa fare e il fare diventa pensiero, in un agito pensato. Focus sull'importanza del Curriculum Integrato va nella direzione giusta anche per l'università nel costruire rete tra gli insegnamenti di un corso di laurea creando opportunità di scambi sinergici per una unità del sapere in una visione olistica della formazione universitaria anche proponendo lavori scientifici congiunti. Educazione e sviluppo sulle competenze trasversali, soft skills training, inclinazioni individuate in ciascuno (allievo, docente), che vanno ad impattare nel sapere disciplinare; così come definire le hard skills; per riflettere su un decalogo metodologico dove il corpo diventa protagonista, collante, ponte di significati trasformandoli e trasportandoli in linguaggi altri. Non un palliativo ma riconoscerne il valore formativo, educativo, cognitivo, sociale e relazionale per tendere ad una alleanza tra saperi. Nella seconda parte alcuni esempi di articoli/protocolli selezionati dai principali motori di ricerca, dal 2003 al 2020, per alunni dai 5 ai 18 anni e per docenti. Una ricerca bibliografica in Italia e all'estero su: stato dell'arte, sviluppi, novità, del curriculum a scuola sempre più adattato alla persona-allievo, con protagonista il corpo in movimento
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2689984
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact