Il saggio si occupa delle prime epistole di Boccaccio (1339), in cui l'autore esibisce in modo del tutto autonomo da Petrarca quelli che saranno dei motivi fondamentali della sua futura produzione: la sacralità degli studia, la concezione etica della scrittura, la necessità del celibato per il sapiente, il valore dell'amicizia tra sodali vicini e lontani.

L'amicitia nelle epistole di Boccaccio

Ilaria Tufano
2021-01-01

Abstract

Il saggio si occupa delle prime epistole di Boccaccio (1339), in cui l'autore esibisce in modo del tutto autonomo da Petrarca quelli che saranno dei motivi fondamentali della sua futura produzione: la sacralità degli studia, la concezione etica della scrittura, la necessità del celibato per il sapiente, il valore dell'amicizia tra sodali vicini e lontani.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2692571
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact