IL CONTRIBUTO DELLA PSICOLOGIA CLINICA AGLI STUDI MEDICI