Il volume si propone di esplorare a tutto campo i confini del maschile e del femminile rispetto ad una delle istituzioni che più di ogni altra è connotata da dinamiche omosociali. Le Forze armate hanno accolto la componente femminile mantendendo intatto il loro assetto "andropomorfo". Il volume approfondisce la costruzione di tale legame, propone una comparazione delle diverse esperienze straniere e una riflessione sulle dinamiche organizzative che si palesano con la comparsa delle donne nel mondo maschile per eccellenza. Attraverso una ricognizione degli studi e ricerche sull’argomento, si giunge a proporre un modello di analisi delle problematiche organizzative connesse con la integrazione di genere e, similmente delle altre minoranze definite sulla base dell’etnia, dell’orientamento sessuale o della diversa abilità fisica. Si analizzano così i problemi di visibilità/invisibilità delle donne, segregazione, relazioni intergenere, molestie sessuali, in relazione alle resistenze che derivano dal dominante "modello del guerriero", nel ruolo che esso riveste nella socializzazione al maschile del ruolo del militare. In un percorso dentro e fuori l’organizzazione militare si indaga sul ruolo delle donne nell’ambito della difesa armata, superando una visione di contrapposizione tra ruoli maschili e femminili. Le recenti vicende internazionali hanno drammaticamente riproposto una lettura riduzionista della realtà in cui gli uomini si contrappongono per ragioni buone e cattive, mentre le donne sono le principali vittime dell’antica logica della contrapposizione tra amici e nemici. Oltre ad una vasta ricognizione della letteratura internazionale La proposta contenuta in questo libro va nella direzione di una problematicizzazione del sistema di relazioni di genere nel militare ed in relazione ad esso. Particolare attenzione è dedicata ai paesi dell’Alleanza atlantica e al caso italiano che presenta caratteristiche sue proprie approfonditamente indagate nel libro.

Forze armate: femminile plurale. Il femminile e il maschile del militare nella transizione dalla comunità maschile al sistema di genere

FARINA, FATIMA
2004

Abstract

Il volume si propone di esplorare a tutto campo i confini del maschile e del femminile rispetto ad una delle istituzioni che più di ogni altra è connotata da dinamiche omosociali. Le Forze armate hanno accolto la componente femminile mantendendo intatto il loro assetto "andropomorfo". Il volume approfondisce la costruzione di tale legame, propone una comparazione delle diverse esperienze straniere e una riflessione sulle dinamiche organizzative che si palesano con la comparsa delle donne nel mondo maschile per eccellenza. Attraverso una ricognizione degli studi e ricerche sull’argomento, si giunge a proporre un modello di analisi delle problematiche organizzative connesse con la integrazione di genere e, similmente delle altre minoranze definite sulla base dell’etnia, dell’orientamento sessuale o della diversa abilità fisica. Si analizzano così i problemi di visibilità/invisibilità delle donne, segregazione, relazioni intergenere, molestie sessuali, in relazione alle resistenze che derivano dal dominante "modello del guerriero", nel ruolo che esso riveste nella socializzazione al maschile del ruolo del militare. In un percorso dentro e fuori l’organizzazione militare si indaga sul ruolo delle donne nell’ambito della difesa armata, superando una visione di contrapposizione tra ruoli maschili e femminili. Le recenti vicende internazionali hanno drammaticamente riproposto una lettura riduzionista della realtà in cui gli uomini si contrappongono per ragioni buone e cattive, mentre le donne sono le principali vittime dell’antica logica della contrapposizione tra amici e nemici. Oltre ad una vasta ricognizione della letteratura internazionale La proposta contenuta in questo libro va nella direzione di una problematicizzazione del sistema di relazioni di genere nel militare ed in relazione ad esso. Particolare attenzione è dedicata ai paesi dell’Alleanza atlantica e al caso italiano che presenta caratteristiche sue proprie approfonditamente indagate nel libro.
8846456513
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11576/1890794
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact