Scavo d'archivio sulle carte criminali. Lo studio opera quantificazioni e comparazioni fra diversi tipi di violenza (futile, sessuale, professionale) e gradi di tolleranza verso comportamenti irregolari. La fisionomia dei reati svela i caratteri di una società "timida" (in montagna) e "interventista" (in pianura). La percezione dell'insicurezza finisce con lo svolgere un ruolo politico, specie nelle crisi di regime, come nel 1796-99 e nel 1848-49, segnate dal divorzio fra élites e Governo pontificio. Danneggiata dall'insicurezza la nuova borghesia alla Pellegrino Artusi.

Sicurezza e criminalità. Rivolte e comportamenti irregolari nell’Italia centrale, 1796-1861

MENGOZZI, DINO
1999-01-01

Abstract

Scavo d'archivio sulle carte criminali. Lo studio opera quantificazioni e comparazioni fra diversi tipi di violenza (futile, sessuale, professionale) e gradi di tolleranza verso comportamenti irregolari. La fisionomia dei reati svela i caratteri di una società "timida" (in montagna) e "interventista" (in pianura). La percezione dell'insicurezza finisce con lo svolgere un ruolo politico, specie nelle crisi di regime, come nel 1796-99 e nel 1848-49, segnate dal divorzio fra élites e Governo pontificio. Danneggiata dall'insicurezza la nuova borghesia alla Pellegrino Artusi.
9788846415684
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/1891096
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact