La molteplicità delle stagioni di un complesso e variegato secolo, aperto a soluzioni differenti e ad un rapporto libero con gli auctores, ci permette di scoprire uno scrittore 'irregolare', che ha saputo fornire agli “scienziati” del Rinascimento le metafore guida di un nuovo concetto di sapere. I trattati che qui si pubblicano in edizione critica per la prima volta collocano Costanzo Felici tra i protagonisti di una cultura “scientifica”, in gran parte sommersa, che anticipa la rivoluzione galileiana.

Passatempi e capricci. Le olive e i funghi, gli uccelli e il Lupo nei trattati di Costanzo Felici

NONNI, GIORGIO
2005

Abstract

La molteplicità delle stagioni di un complesso e variegato secolo, aperto a soluzioni differenti e ad un rapporto libero con gli auctores, ci permette di scoprire uno scrittore 'irregolare', che ha saputo fornire agli “scienziati” del Rinascimento le metafore guida di un nuovo concetto di sapere. I trattati che qui si pubblicano in edizione critica per la prima volta collocano Costanzo Felici tra i protagonisti di una cultura “scientifica”, in gran parte sommersa, che anticipa la rivoluzione galileiana.
9788839206992
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11576/1891225
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact