Aimer, sofrir, joïr. I paradigmi della soggettività nella lirica francese dei secoli XII e XIII