Il volume pubblica, per la prima volta nel panorama editoriale italiano, dieci opere dedicate al movimento crociato, offrendo al lettore una storia progressiva e “in presa diretta” del periodo compreso tra il 1096 e il 1207. Si tratta di un arco di tempo nel quale l’Occidente ha organizzato le prime quattro crociate e ha anche dovuto affrontare i problemi relativi alla propria presenza in Levante, interagendo con la complessa realtà del mondo islamico e con quella, non meno facile, che caratterizza il settore orientale del mondo cristiano. E’ questo quadro di insieme, e non una storia delle singole imprese militari, che si è inteso proporre nell’elaborare il progetto scientifico. L’Introduzione generale dà il taglio al volume, frutto di competenze di ordine filologico-letterario oltre che storiografico. Il primato è dato infatti ai testi, nel senso che anche le pagine introduttive non mirano a fornire al lettore una qualche verità di sintesi sul movimento crociato, bensì a far emergere il punto di vista di ciascuno degli autori, individuandone motivazioni ideali, rete delle committenze, stile narrativo, finalità. Nella selezione dei testi si sono non a caso preferiti i resoconti autoptici: l’impresa crociata rappresenta infatti, anche dal punto di vista della documentazione che ha generato, un evento unico nel mondo medievale europeo, perché ci consegna un alto numero di opere svincolate dalle consuetudini della scrittura compilativa e frutto dell’esperienza di testimoni diretti, al tempo stesso combattenti, osservatori e cronachisti. Gioia Zaganelli ha elaborato il progetto scientifico, redatto l’Introduzione generale e Introduzione, traduzione e commento della Canzone di Antiochia e delle Gesta dei Franchi. Ma ha anche, ovviamente, selezionato i testi, ideato le modalità di redazione degli apparati, rigorosamente coordinato e controllato il lavoro dei collaboratori Alvaro Barbieri, Eugenio Burgio, Cristina Nardella, Nora Tigges Mazzone. Il volume è stato recensito sui più importanti quotidiani nazionali (La Repubblica, Corriere della Sera, Stampa, Avvenire, Il Giornale ecc. ) oltre che su numerose riviste scientifiche italiane e straniere, tra le quali Medioevo romanzo, Critica del testo, Cahiers de Civilisation Médiévale ecc.

Crociate. Testi storici e poetici

ZAGANELLI, GIOIA
2004

Abstract

Il volume pubblica, per la prima volta nel panorama editoriale italiano, dieci opere dedicate al movimento crociato, offrendo al lettore una storia progressiva e “in presa diretta” del periodo compreso tra il 1096 e il 1207. Si tratta di un arco di tempo nel quale l’Occidente ha organizzato le prime quattro crociate e ha anche dovuto affrontare i problemi relativi alla propria presenza in Levante, interagendo con la complessa realtà del mondo islamico e con quella, non meno facile, che caratterizza il settore orientale del mondo cristiano. E’ questo quadro di insieme, e non una storia delle singole imprese militari, che si è inteso proporre nell’elaborare il progetto scientifico. L’Introduzione generale dà il taglio al volume, frutto di competenze di ordine filologico-letterario oltre che storiografico. Il primato è dato infatti ai testi, nel senso che anche le pagine introduttive non mirano a fornire al lettore una qualche verità di sintesi sul movimento crociato, bensì a far emergere il punto di vista di ciascuno degli autori, individuandone motivazioni ideali, rete delle committenze, stile narrativo, finalità. Nella selezione dei testi si sono non a caso preferiti i resoconti autoptici: l’impresa crociata rappresenta infatti, anche dal punto di vista della documentazione che ha generato, un evento unico nel mondo medievale europeo, perché ci consegna un alto numero di opere svincolate dalle consuetudini della scrittura compilativa e frutto dell’esperienza di testimoni diretti, al tempo stesso combattenti, osservatori e cronachisti. Gioia Zaganelli ha elaborato il progetto scientifico, redatto l’Introduzione generale e Introduzione, traduzione e commento della Canzone di Antiochia e delle Gesta dei Franchi. Ma ha anche, ovviamente, selezionato i testi, ideato le modalità di redazione degli apparati, rigorosamente coordinato e controllato il lavoro dei collaboratori Alvaro Barbieri, Eugenio Burgio, Cristina Nardella, Nora Tigges Mazzone. Il volume è stato recensito sui più importanti quotidiani nazionali (La Repubblica, Corriere della Sera, Stampa, Avvenire, Il Giornale ecc. ) oltre che su numerose riviste scientifiche italiane e straniere, tra le quali Medioevo romanzo, Critica del testo, Cahiers de Civilisation Médiévale ecc.
9788804523727
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11576/1891565
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact