Le «lacrime di Giunone». Polidoro Virgili e il «De prodigiis»