L’utilizzo delle tecniche laser scanner per il rilevamento del patrimonio culturale permette di realizzare modelli geometrici completi e di elevata risoluzione. La tecnica si basa su un approccio operativo semplice e applicabile in modo generale, anche per la documentazione di elementi di geometria complessa, per arrivare alla loro rappresentazione mediante tradizionali piante e prospetti o mediante modelli tridimensionali. Sulla base dei rilievi realizzati presso Forte S. Elmo di Malta nell’ambito del Progetto Europeo P.A.G.U.S. sono stati elaborati dei modelli tridimensionali successivamente mappati con prese fotografiche, generando un nuovo modello virtuale che permette di controllare temporalmente lo stato di conservazione del bene architettonico, a scopo di restauro, recupero, controllo delle deformazioni strutturali e catalogazione. Infatti, in ogni modello 3D, le caratteristiche reali piccole e visibili solo a una distanza ravvicinata, possono essere esaminate interattivamente, permettendo lo studio di dettagli interessanti come segni di strumenti di lavorazione o particolari di superfici. Inoltre, luoghi che devono essere chiusi al pubblico per ragioni di conservazione possono essere ancora studiati e visitati una volta che ne è stato creato un modello 3D. Modellazioni tridimensionali di questo tipo favoriscono la realizzazione di ambienti di realtà virtuale (VR) navigabili interattivamente, fondamentali per una nuova forma di comunicazione che sta subendo profondi cambiamenti diventando multimediale e mediatizzata a favore di persone diversamente abili e dare quindi l’opportunità di far percepire ogni aspetto del patrimonio culturale a chi non vede, di far avvicinare a tanti capolavori del territorio chi trova molti luoghi difficilmente accessibili, di comunicare l’emozione della bellezza a chi vede isolato nel silenzio. Tali sistemi di modellazione potranno essere strutturati come banche dati relazionali, esplorabili dall'utente attraverso Workstation, con tutta una serie di informazioni come una specie di grande catalogo. Le informazioni possono essere organizzate in forma ipertestuale e l'accesso alle informazioni (link) sarà di tipo iconico o di tipo testuale. Infatti le singole realtà possono essere riprodotte, in base ai rilievi realizzati con laser scanner, nella loro forma geometrica: il visitatore potrà ingrandirle, vederle in altre dimensioni e sotto vari punti di vista. Abstract The use of the techniques laser scanner for the survey of the Cultural Heritage allows to realize complete geometric models at high resolution. The technique is based on a simple and applicable operating approach in general way, also for the documentation of elements of complex geometry, in order to arrive to their representation by means of traditional plants and prospects or threedimensional models. On the base of the relieves realized near Forte S. Elmo in Malta within the European Project P.A.G.U.S. has been elaborated three-dimensional models textured with photo, producing a new virtual model that allows to check temporally the maintenance of architectural structure for restoration, recovery, control of the structural deformations and cataloguing. In fact, in every 3D model, the small and visible real characteristics are visible only to a closer distance and can be exanimate in interactive way. They allow to study interesting details as instruments signs or particular of surfaces. Besides, places that must be closed to the public for maintenance reasons, can still be studied and visited once created a 3D model. This type of three-dimensional modelling favours the realization of environments of virtual reality (VR) navigable interactively, important for a new form of communication that is suffering deep changes, becoming multimedia for skilled people and to give therefore the opportunity to perceive every aspect of the cultural patrimony to blind people, to make to approach to so many masterpieces of the territory who it hardly finds many accessible places, to communicate the emotion of the beauty to whom sees isolated in the silence. These modelling system can be structured as banks given report them, explorable from the consumer through workstations, with a series of information like a great catalogue. Information can be organized in ipertextual form and the access to the information (link) will be iconic or textual. In fact single realities can be reproduced, on the base of the reliefs realized with laser scanners, in their geometric shape: the visitor will be able to zoom and see them in other dimensions and from different point of view.

L’evoluzione storica di Forte S. Elmo a Malta attraverso la creazione di modelli tridimensionali

BARATIN, LAURA;
2007

Abstract

L’utilizzo delle tecniche laser scanner per il rilevamento del patrimonio culturale permette di realizzare modelli geometrici completi e di elevata risoluzione. La tecnica si basa su un approccio operativo semplice e applicabile in modo generale, anche per la documentazione di elementi di geometria complessa, per arrivare alla loro rappresentazione mediante tradizionali piante e prospetti o mediante modelli tridimensionali. Sulla base dei rilievi realizzati presso Forte S. Elmo di Malta nell’ambito del Progetto Europeo P.A.G.U.S. sono stati elaborati dei modelli tridimensionali successivamente mappati con prese fotografiche, generando un nuovo modello virtuale che permette di controllare temporalmente lo stato di conservazione del bene architettonico, a scopo di restauro, recupero, controllo delle deformazioni strutturali e catalogazione. Infatti, in ogni modello 3D, le caratteristiche reali piccole e visibili solo a una distanza ravvicinata, possono essere esaminate interattivamente, permettendo lo studio di dettagli interessanti come segni di strumenti di lavorazione o particolari di superfici. Inoltre, luoghi che devono essere chiusi al pubblico per ragioni di conservazione possono essere ancora studiati e visitati una volta che ne è stato creato un modello 3D. Modellazioni tridimensionali di questo tipo favoriscono la realizzazione di ambienti di realtà virtuale (VR) navigabili interattivamente, fondamentali per una nuova forma di comunicazione che sta subendo profondi cambiamenti diventando multimediale e mediatizzata a favore di persone diversamente abili e dare quindi l’opportunità di far percepire ogni aspetto del patrimonio culturale a chi non vede, di far avvicinare a tanti capolavori del territorio chi trova molti luoghi difficilmente accessibili, di comunicare l’emozione della bellezza a chi vede isolato nel silenzio. Tali sistemi di modellazione potranno essere strutturati come banche dati relazionali, esplorabili dall'utente attraverso Workstation, con tutta una serie di informazioni come una specie di grande catalogo. Le informazioni possono essere organizzate in forma ipertestuale e l'accesso alle informazioni (link) sarà di tipo iconico o di tipo testuale. Infatti le singole realtà possono essere riprodotte, in base ai rilievi realizzati con laser scanner, nella loro forma geometrica: il visitatore potrà ingrandirle, vederle in altre dimensioni e sotto vari punti di vista. Abstract The use of the techniques laser scanner for the survey of the Cultural Heritage allows to realize complete geometric models at high resolution. The technique is based on a simple and applicable operating approach in general way, also for the documentation of elements of complex geometry, in order to arrive to their representation by means of traditional plants and prospects or threedimensional models. On the base of the relieves realized near Forte S. Elmo in Malta within the European Project P.A.G.U.S. has been elaborated three-dimensional models textured with photo, producing a new virtual model that allows to check temporally the maintenance of architectural structure for restoration, recovery, control of the structural deformations and cataloguing. In fact, in every 3D model, the small and visible real characteristics are visible only to a closer distance and can be exanimate in interactive way. They allow to study interesting details as instruments signs or particular of surfaces. Besides, places that must be closed to the public for maintenance reasons, can still be studied and visited once created a 3D model. This type of three-dimensional modelling favours the realization of environments of virtual reality (VR) navigable interactively, important for a new form of communication that is suffering deep changes, becoming multimedia for skilled people and to give therefore the opportunity to perceive every aspect of the cultural patrimony to blind people, to make to approach to so many masterpieces of the territory who it hardly finds many accessible places, to communicate the emotion of the beauty to whom sees isolated in the silence. These modelling system can be structured as banks given report them, explorable from the consumer through workstations, with a series of information like a great catalogue. Information can be organized in ipertextual form and the access to the information (link) will be iconic or textual. In fact single realities can be reproduced, on the base of the reliefs realized with laser scanners, in their geometric shape: the visitor will be able to zoom and see them in other dimensions and from different point of view.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11576/2298957
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact