Le rime di Angelo Galli e il codice Piancastelli 267 (Forlì, V, 87)