Riparabile anche la custodia cautelare sofferta in violazione del principio del ne bis in idem