La poesia quasimodiana, “questo peso di parlarmi tacito"