La vittima "liberata". Dal pasto sacrificale all'economia di consumo