Nella letteratura economica, giuridica e politologica recente i beni comuni vengono di solito identificati attraverso la loro funzione di utilità pubblica. L'utilità pubblica è un oggetto fondamentale del dibattito politico e della responsabilità democratica delle classi dirigenti. Gli studi di Elinor Ostrom hanno illustrato diverse modalità di gestione efficace dei beni comuni che si sono sottratte alla tragedia dei beni comuni denunciata da Hardin. In Italia una commissione ministeriale ha proposto un nuovo statuto per i beni comuni. L'articolo sostiene la tesi secondo la quale alcuni servizi pubblici possono essere considerati beni comuni.

Beni comuni e servizi pubblici: utilità sociale e gestione democratica.

GIANNELLI, NICOLA
2013-01-01

Abstract

Nella letteratura economica, giuridica e politologica recente i beni comuni vengono di solito identificati attraverso la loro funzione di utilità pubblica. L'utilità pubblica è un oggetto fondamentale del dibattito politico e della responsabilità democratica delle classi dirigenti. Gli studi di Elinor Ostrom hanno illustrato diverse modalità di gestione efficace dei beni comuni che si sono sottratte alla tragedia dei beni comuni denunciata da Hardin. In Italia una commissione ministeriale ha proposto un nuovo statuto per i beni comuni. L'articolo sostiene la tesi secondo la quale alcuni servizi pubblici possono essere considerati beni comuni.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2569174
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact