Il medievalismo, concetto con il quale si individuano le rappresentazioni e gli usi postmedievali del Medioevo, è un tema storiografico in pieno sviluppo, ben inserito negli ambiti di studio medievistici. Partendo dalla bibliografia imperniata sulla storia culturale della prima guerra mondiale e da una diversificata gamma di fonti, il saggio propone l’ampio spettro delle rappresentazioni che del periodo medievale furono diffuse in Europa durante la grande guerra (1914-1918), soffermandosi in particolare sull’elaborazione dei codici retorici e sui tre principali simboli medievalisti che furono impiegati nel discorso pubblico: barbarie, cavalleria e crociata.

Il medievalismo e la grande guerra

DI CARPEGNA GABRIELLI FALCONIERI, TOMMASO
2015-01-01

Abstract

Il medievalismo, concetto con il quale si individuano le rappresentazioni e gli usi postmedievali del Medioevo, è un tema storiografico in pieno sviluppo, ben inserito negli ambiti di studio medievistici. Partendo dalla bibliografia imperniata sulla storia culturale della prima guerra mondiale e da una diversificata gamma di fonti, il saggio propone l’ampio spettro delle rappresentazioni che del periodo medievale furono diffuse in Europa durante la grande guerra (1914-1918), soffermandosi in particolare sull’elaborazione dei codici retorici e sui tre principali simboli medievalisti che furono impiegati nel discorso pubblico: barbarie, cavalleria e crociata.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2627097
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 2
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact