«Più che in una nuova fase di crescita, l’Unione sembra essere entrata in una nuova fase della crisi. La retorica della ripresa che nella seconda metà del 2013 aveva cominciato a prendere il posto della retorica dei sacrifici si è già da tempo ampiamente esaurita. È ormai chiaro che i contradditori e labili segnali di stabilizzazione dell’Eurozona vanno attribuiti prevalentemente alla riduzione del costo del lavoro e del welfare. La ripresa dove c’è - e non è il caso dell’Italia - è una ripresa a mezzo di impoverimento

Ascesa e declino dell'eccezionalismo

CANTARO, ANTONIO
2015-01-01

Abstract

«Più che in una nuova fase di crescita, l’Unione sembra essere entrata in una nuova fase della crisi. La retorica della ripresa che nella seconda metà del 2013 aveva cominciato a prendere il posto della retorica dei sacrifici si è già da tempo ampiamente esaurita. È ormai chiaro che i contradditori e labili segnali di stabilizzazione dell’Eurozona vanno attribuiti prevalentemente alla riduzione del costo del lavoro e del welfare. La ripresa dove c’è - e non è il caso dell’Italia - è una ripresa a mezzo di impoverimento
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2627436
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact