L'intelligenza Artificiale o Meccanica ha compiuto negli ultima anni incredibili progressi. i testi di un ingegnere americano Ray Kurzweil che fa parte dell'equipe di Google esprimono una scommessa sul momento in cui l'intelligenza artificiale supererà quella umana.A partire da queste due testi, The singularity is near e How to create a mind l'autore ricostruisce le tappe più importanti dell'evoluzione dell'Intelligenza Artificiale guardando ed esaminando in modo approfondito alcuni testi di Turing. L'elemento fondamentale è dato dal passaggio alla cosiddetta macchina Universale di Turing all'idea se una macchina può pensare.Il cosiddetto "gioco dell'imitazione" (the imitazione game) altrimenti detto test di Turing. Le certezze di Kurzweil per il quale questa possibilità è già nell'idea che l'intelligenza meccanica potrà superare quella umana, vengono criticate approfondendo il concetto di coscienza che nel caso di una macchina appare problematico. A partire da questa impasse si sviluppa per tutta la monografia un confronto tra il testo di Turing e le interpretazioni sulle cosiddette Hypermacchine che prometterebbero enormi allargamenti delle capacità dell'intelligenza meccanica e artificiale. Tuttavia questo allargamento definisce meglio un'idea che evita la fantascientifica e terrifica idea di una coscienza delle macchine con la dimensione filosofica. Attraverso l'opera di Wittgenstein legato a Turing per vicinanza accademica e culturale viene definito una spiegazione della capacità della mente in direzione sociale (la cosiddetta mente estesa) che non elimina il problema della coscienza ma fa luce su quelle potenzialità dell'intelligenza artificiale come ad esempio le reti neurali che più si avvicinano all'idea della mente umana.Altre corposi capitoli sulla neurologia e sul concetto di creatività vengono esaminati nella monografia. Nell'appendice i a partire da una ricerca PRIN si esemplifica le potenzialità delle reti neurali che non sono un modello dell'intelligenza umana ma permettono di avvicinare meglio la comprensione di questa, senza identificare nulla; Come ad esempio il volo dell'aereo riesce a spiegare il volo degli uccelli non identificando i due oggetti ma trovando un elemento comune - la portanza - che potrebbe servire ad un accesso più profondo di comprensione.

Pensare ex machina. Alan Turing alla prova

DI CARO, ALESSANDRO
2016-01-01

Abstract

L'intelligenza Artificiale o Meccanica ha compiuto negli ultima anni incredibili progressi. i testi di un ingegnere americano Ray Kurzweil che fa parte dell'equipe di Google esprimono una scommessa sul momento in cui l'intelligenza artificiale supererà quella umana.A partire da queste due testi, The singularity is near e How to create a mind l'autore ricostruisce le tappe più importanti dell'evoluzione dell'Intelligenza Artificiale guardando ed esaminando in modo approfondito alcuni testi di Turing. L'elemento fondamentale è dato dal passaggio alla cosiddetta macchina Universale di Turing all'idea se una macchina può pensare.Il cosiddetto "gioco dell'imitazione" (the imitazione game) altrimenti detto test di Turing. Le certezze di Kurzweil per il quale questa possibilità è già nell'idea che l'intelligenza meccanica potrà superare quella umana, vengono criticate approfondendo il concetto di coscienza che nel caso di una macchina appare problematico. A partire da questa impasse si sviluppa per tutta la monografia un confronto tra il testo di Turing e le interpretazioni sulle cosiddette Hypermacchine che prometterebbero enormi allargamenti delle capacità dell'intelligenza meccanica e artificiale. Tuttavia questo allargamento definisce meglio un'idea che evita la fantascientifica e terrifica idea di una coscienza delle macchine con la dimensione filosofica. Attraverso l'opera di Wittgenstein legato a Turing per vicinanza accademica e culturale viene definito una spiegazione della capacità della mente in direzione sociale (la cosiddetta mente estesa) che non elimina il problema della coscienza ma fa luce su quelle potenzialità dell'intelligenza artificiale come ad esempio le reti neurali che più si avvicinano all'idea della mente umana.Altre corposi capitoli sulla neurologia e sul concetto di creatività vengono esaminati nella monografia. Nell'appendice i a partire da una ricerca PRIN si esemplifica le potenzialità delle reti neurali che non sono un modello dell'intelligenza umana ma permettono di avvicinare meglio la comprensione di questa, senza identificare nulla; Come ad esempio il volo dell'aereo riesce a spiegare il volo degli uccelli non identificando i due oggetti ma trovando un elemento comune - la portanza - che potrebbe servire ad un accesso più profondo di comprensione.
9788854891654
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2632391
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact