Si presentano i primi risultati della ricerca che riguarda l’individuazione di una metodologia innovativa GIS based che consenta di effettuare indagini spaziali sulle superfici pittoriche e sui loro supporti. L’analisi di un dipinto sia rispetto alla superficie pittorica, che del suo supporto ha come finalità il poter dare delle informazioni preliminari sullo stato di conservazione dell’opera prima di passare ad altre indagini più accurate. A partire dall’interpretazione dell’immagine estrapolando i valori del colore e/o da rilievi tridimensionali si applicano strumenti di valutazione quali-quantitativa sulla distribuzione spaziale degli elementi. Sulla superficie pittorica si applicano analisi colorimetriche tramite una vettorializzazione dei pixel e dei relativi valori RGB, associate ad analisi grafiche e metriche sulla composizione iconografica; sullo stato di conservazione, ed ancora analisi di Pattern Recognition per arrivare alla definizione di elementi connessi ad eventuali attacchi biologici. I dati tridimensionale soprattutto per i supporti, permettono di valutare la morfologia dell’opera e le sue variazioni nel tempo, e quindi poter monitorare l’opera utilizzando questi strumenti per una manutenzione programmata. La ricerca è stata condotta su diversi dipinti di artisti di fama internazionale, quali Bosch, Pagani, Crivelli e Lotto, verificando l’applicabilità e l’utilità del metodo per arrivare ad una proposta di linee guida dei processi analizzati.

Superfici Pittoriche e Supporti: GIS Analysis, Caratterizzazione e Monitoraggio

BARATIN, LAURA
;
BERTOZZI, SARA
;
MORETTI, ELVIO
2015-01-01

Abstract

Si presentano i primi risultati della ricerca che riguarda l’individuazione di una metodologia innovativa GIS based che consenta di effettuare indagini spaziali sulle superfici pittoriche e sui loro supporti. L’analisi di un dipinto sia rispetto alla superficie pittorica, che del suo supporto ha come finalità il poter dare delle informazioni preliminari sullo stato di conservazione dell’opera prima di passare ad altre indagini più accurate. A partire dall’interpretazione dell’immagine estrapolando i valori del colore e/o da rilievi tridimensionali si applicano strumenti di valutazione quali-quantitativa sulla distribuzione spaziale degli elementi. Sulla superficie pittorica si applicano analisi colorimetriche tramite una vettorializzazione dei pixel e dei relativi valori RGB, associate ad analisi grafiche e metriche sulla composizione iconografica; sullo stato di conservazione, ed ancora analisi di Pattern Recognition per arrivare alla definizione di elementi connessi ad eventuali attacchi biologici. I dati tridimensionale soprattutto per i supporti, permettono di valutare la morfologia dell’opera e le sue variazioni nel tempo, e quindi poter monitorare l’opera utilizzando questi strumenti per una manutenzione programmata. La ricerca è stata condotta su diversi dipinti di artisti di fama internazionale, quali Bosch, Pagani, Crivelli e Lotto, verificando l’applicabilità e l’utilità del metodo per arrivare ad una proposta di linee guida dei processi analizzati.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2640971
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact