Nell’area del municipium di Forum Sempronii sono in corso scavi da parte dell’Università di Urbino dal 1974, che hanno determinato il riconoscimento di uno dei sette “parchi archeologici” delle Marche. Sono stati riportati alla luce tratti di vie lastricate, tra le quali una parte della via Flaminia, e un edificio termale. Attualmente sono in corso di scavo due domus: quella “di Europa” e quella “degli animali esotici”, che hanno restituito pavimenti a mosaico e resti di intonaci parietali di notevole interesse. Negli ultimi anni sono inoltre emersi nuovi dati sul popolamento di età preromana dell’area su cui sorgerà Forum Sempronii, con il rinvenimento di ceramica ad impasto di vario tipo e di fibule dell’età del Ferro. Il ritrovamento di selci lavorate in saggi stratigrafici praticati all’interno della città permette di far risalire la frequentazione del sito già dal Neolitico. E’ stata anche ricostruita la maglia della centuriazione del territorio agricolo del municipio, formata da almeno 35 centurie poste tra le mura orientali di Forum Sempronii e la mutatio ad Octavo, all’altezza dell’attuale Calcinelli di Saltara, dove cominciava l’agro centuriato della colonia di Fanum Fortunae.

NASCITA ED EVOLUZIONE DI CENTRI URBANI DELL’UMBRIA ADRIATICA: IL CASO DI FORUM SEMPRONII

MEI, OSCAR;LUNI, MARIO
2012

Abstract

Nell’area del municipium di Forum Sempronii sono in corso scavi da parte dell’Università di Urbino dal 1974, che hanno determinato il riconoscimento di uno dei sette “parchi archeologici” delle Marche. Sono stati riportati alla luce tratti di vie lastricate, tra le quali una parte della via Flaminia, e un edificio termale. Attualmente sono in corso di scavo due domus: quella “di Europa” e quella “degli animali esotici”, che hanno restituito pavimenti a mosaico e resti di intonaci parietali di notevole interesse. Negli ultimi anni sono inoltre emersi nuovi dati sul popolamento di età preromana dell’area su cui sorgerà Forum Sempronii, con il rinvenimento di ceramica ad impasto di vario tipo e di fibule dell’età del Ferro. Il ritrovamento di selci lavorate in saggi stratigrafici praticati all’interno della città permette di far risalire la frequentazione del sito già dal Neolitico. E’ stata anche ricostruita la maglia della centuriazione del territorio agricolo del municipio, formata da almeno 35 centurie poste tra le mura orientali di Forum Sempronii e la mutatio ad Octavo, all’altezza dell’attuale Calcinelli di Saltara, dove cominciava l’agro centuriato della colonia di Fanum Fortunae.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11576/2642738
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact