L’incertezza e le paure che attraversano l’Europa, in questa fase, non trovano nelle istituzioni continentali un riferimento, un appiglio. L’Europa non è più un fattore di mediazione: fra Noi e il Mondo. Al contrario: essa stessa è divenuta fattore di inquietudine, e un bersaglio sul quale si scaricano tensioni di tipo diverso. Sessant’anni dopo i trattati di Roma, il progetto dell’Unione Europea ha perduto molti consensi. Lo registra, in modo chiaro, il X Rapporto sulla Sicurezza e l’Insicurezza in Europa, realizzato da Demos e Osservatorio di Pavia per Fondazione Unipolis. La fiducia nelle istituzioni europee è calata in misura sensibile, in particolare nei Paesi fondatori. L’insoddisfazione cresce, nello specifico, in riferimento alla moneta comune: l’Euro. La maggioranza dei cittadini preferisce mantenerla, ma solo per prudenza e timore.

Le coordinate dell’euro-delusione

BORDIGNON, FABIO;DIAMANTI, ILVO
2017-01-01

Abstract

L’incertezza e le paure che attraversano l’Europa, in questa fase, non trovano nelle istituzioni continentali un riferimento, un appiglio. L’Europa non è più un fattore di mediazione: fra Noi e il Mondo. Al contrario: essa stessa è divenuta fattore di inquietudine, e un bersaglio sul quale si scaricano tensioni di tipo diverso. Sessant’anni dopo i trattati di Roma, il progetto dell’Unione Europea ha perduto molti consensi. Lo registra, in modo chiaro, il X Rapporto sulla Sicurezza e l’Insicurezza in Europa, realizzato da Demos e Osservatorio di Pavia per Fondazione Unipolis. La fiducia nelle istituzioni europee è calata in misura sensibile, in particolare nei Paesi fondatori. L’insoddisfazione cresce, nello specifico, in riferimento alla moneta comune: l’Euro. La maggioranza dei cittadini preferisce mantenerla, ma solo per prudenza e timore.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2647282
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact