Nel saggio viene analizzata la giurisprudenza della S. C. relativa alla validità ed efficacia della rinunzia all’eredità, da parte del chiamato possessore di beni ereditari, entro il termine di tre mesi dall’apertura della successione o dalla notizia della delazione dell’eredità e senza il previo compimento dell’inventario. L’autore individua i vari precedenti di giurisprudenza in materia sottoponendo ad attenta analisi (dall’entrata in vigore del vigente codice civile sino al corrente anno) le motivazioni delle varie decisioni, in modo da rendere fruibili al lettore le varie rationes decidendi della S. C.

La rinunzia all’eredità da parte del chiamato possessore di beni ereditari senza la previa erezione dell’inventario e la costante giurisprudenza della S. C. sul punto: in claris non fit interpretatio

ANGELONI, FRANCO;
2017-01-01

Abstract

Nel saggio viene analizzata la giurisprudenza della S. C. relativa alla validità ed efficacia della rinunzia all’eredità, da parte del chiamato possessore di beni ereditari, entro il termine di tre mesi dall’apertura della successione o dalla notizia della delazione dell’eredità e senza il previo compimento dell’inventario. L’autore individua i vari precedenti di giurisprudenza in materia sottoponendo ad attenta analisi (dall’entrata in vigore del vigente codice civile sino al corrente anno) le motivazioni delle varie decisioni, in modo da rendere fruibili al lettore le varie rationes decidendi della S. C.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2647700
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact