A partire dal 1998 si è sviluppato un programma di ricerca che vede la collaborazione fra il Ministry for the Resources and Infrastructure di Malta e l’Università degli Studi di Bologna volto alla manutenzione, conservazione e riuso dei manufatti sulla base di conoscenze e soluzioni pratiche più aggiornate. L’obiettivo generale presentava una complessità tale da richiedere anche nel suo proseguimento il mantenimento della suddivisione in diverse fasi di attuazione articolata in azioni diversificate e specializzate, ma comunque tra loro integrate ed interrelate. Le fasi predisposte mantengono una suddivisione fondamentale tra gli aspetti di conoscenza e di acquisizione delle informazioni e quelli di progettazione ed esecuzione degli interventi. A queste due parti fondamentali si aggiungono trasversalmente gli aspetti che riguardano più direttamente l’archiviazione, l’organizzazione e la gestione dei prodotti delle analisi delle singole attività, con osservazioni diacroniche e sincroniche nei vari settori disciplinari che confluiranno in un Sistema Informativo Territoriale Multimediale, nonché quelli legati alla formazione. Schematicamente, gli obiettivi dello studio condotto riguardano: • la costruzione di un sistema di conoscenza dei manufatti e delle parti decorative di rilevanza artistica attraverso una campagna di rilevamento e catalogazione secondo i canoni più avanzati rispondenti alle normative dell’Unione Europea; • l’esecuzione di una campagna, estesa all’intero sistema, di analisi storico-critica indispensabile poiché ogni progetto di restauro si deve basare inevitabilmente su una conoscenza scientifica dell’oggetto su cui si interviene; • la conduzione di un’analisi scientifica sui materiali, sulla loro natura e sul loro grado di conservazione, con specifico riferimento ai cantieri pilota; • la formulazione di analisi e la predisposizione dei progetti necessari all’esecuzione degli interventi pilota relativi ad edifici e parti di essi (“artefacts”) caratterizzati da significative problematiche di conservazione (patologie diffuse della pietra, dei marmi e dei metalli); • la possibilità di fornire un avvio concreto alla formazione di personale capace di sostenere a Malta le forze e le competenze necessarie per realizzare in futuro i restauri e la manutenzione dell’intero sistema delle fortificazioni. Si è trattato, quindi, di condurre un’analisi sistematica di conoscenza operata ai diversi livelli e a diverse scale (territoriale, urbana, edilizia, architettonica) al fine di comprendere l’oggetto costruito nella sua totalità e in tutte le sue dimensioni: storica, culturale, sociale, territoriale ed economica ed organizzarne le informazioni in modo da poterle utilizzare a diversi livelli e da diversi specialisti. Abstract Starting in 1998, a research programme has been developed with a partnership between the Ministry for the Resources and Infrastructure of Malta and the University of Bologna in order to maintain, preserve and reuse buildings on the basis of the most up to date knowledge and solutions. The general objective was so complex that it required maintaining – also for its continuation - the subdivision into various phases of implementation articulated into diversified and specialised actions, which however are integrated and interrelated to each other. The scheduled phases keep a fundamental subdivision between the aspects of knowledge and acquisition of information and the aspects of planning and performance of the operations. Additional aspects issue which transversally cut across these two basic parts more directly involve filing, organising and managing the products of the analyses of individual activities, with diachronic and synchronic observations in the various disciplines which will come together in a Territorial Multimedia Information System, as well as aspects associated with training. Summarily, the goals of the study which was carried out are the following: • Building up a system of knowledge of the buildings and of the decorative parts which are artistically important through a campaign for surveying and cataloguing according to the most advanced canons under the standards of the European Union; • Carrying out a campaign, extended to the whole system, of historical – critical analysis, since each restoration project must inevitably be based on scientific knowledge of the object being worked on; • Carrying out a scientific analysis on the materials, their nature and their degree of conservation, with specific reference to the pilot sites; • Formulating analyses and drawing up the projects needed to carry out the pilot operations on buildings and parts of buildings (“artefacts”) which are affected by serious conservation problems (diffuse pathologies of stone, marble and metal); • The possibility of providing a concrete start up to the training of a staff able to support in Malta the forces and the skills needed to carry out - in the future - restoration and maintenance work of the whole system of fortifications. The issue then was that of carrying out a systematic knowledge analysis on different levels and different scales (territory, town, building, architecture) in order to understand the built object as a whole and in all its dimensions: historical, cultural, social, territorial and economic; and to organise the information so as it can be used on different levels and by different specialists.

Dalla scala territoriale alla scala architettonica per la realizzazione di un sistema informativo territoriale multimediale (S.I.T.M.): l'esempio maltese

BARATIN, LAURA;
2004-01-01

Abstract

A partire dal 1998 si è sviluppato un programma di ricerca che vede la collaborazione fra il Ministry for the Resources and Infrastructure di Malta e l’Università degli Studi di Bologna volto alla manutenzione, conservazione e riuso dei manufatti sulla base di conoscenze e soluzioni pratiche più aggiornate. L’obiettivo generale presentava una complessità tale da richiedere anche nel suo proseguimento il mantenimento della suddivisione in diverse fasi di attuazione articolata in azioni diversificate e specializzate, ma comunque tra loro integrate ed interrelate. Le fasi predisposte mantengono una suddivisione fondamentale tra gli aspetti di conoscenza e di acquisizione delle informazioni e quelli di progettazione ed esecuzione degli interventi. A queste due parti fondamentali si aggiungono trasversalmente gli aspetti che riguardano più direttamente l’archiviazione, l’organizzazione e la gestione dei prodotti delle analisi delle singole attività, con osservazioni diacroniche e sincroniche nei vari settori disciplinari che confluiranno in un Sistema Informativo Territoriale Multimediale, nonché quelli legati alla formazione. Schematicamente, gli obiettivi dello studio condotto riguardano: • la costruzione di un sistema di conoscenza dei manufatti e delle parti decorative di rilevanza artistica attraverso una campagna di rilevamento e catalogazione secondo i canoni più avanzati rispondenti alle normative dell’Unione Europea; • l’esecuzione di una campagna, estesa all’intero sistema, di analisi storico-critica indispensabile poiché ogni progetto di restauro si deve basare inevitabilmente su una conoscenza scientifica dell’oggetto su cui si interviene; • la conduzione di un’analisi scientifica sui materiali, sulla loro natura e sul loro grado di conservazione, con specifico riferimento ai cantieri pilota; • la formulazione di analisi e la predisposizione dei progetti necessari all’esecuzione degli interventi pilota relativi ad edifici e parti di essi (“artefacts”) caratterizzati da significative problematiche di conservazione (patologie diffuse della pietra, dei marmi e dei metalli); • la possibilità di fornire un avvio concreto alla formazione di personale capace di sostenere a Malta le forze e le competenze necessarie per realizzare in futuro i restauri e la manutenzione dell’intero sistema delle fortificazioni. Si è trattato, quindi, di condurre un’analisi sistematica di conoscenza operata ai diversi livelli e a diverse scale (territoriale, urbana, edilizia, architettonica) al fine di comprendere l’oggetto costruito nella sua totalità e in tutte le sue dimensioni: storica, culturale, sociale, territoriale ed economica ed organizzarne le informazioni in modo da poterle utilizzare a diversi livelli e da diversi specialisti. Abstract Starting in 1998, a research programme has been developed with a partnership between the Ministry for the Resources and Infrastructure of Malta and the University of Bologna in order to maintain, preserve and reuse buildings on the basis of the most up to date knowledge and solutions. The general objective was so complex that it required maintaining – also for its continuation - the subdivision into various phases of implementation articulated into diversified and specialised actions, which however are integrated and interrelated to each other. The scheduled phases keep a fundamental subdivision between the aspects of knowledge and acquisition of information and the aspects of planning and performance of the operations. Additional aspects issue which transversally cut across these two basic parts more directly involve filing, organising and managing the products of the analyses of individual activities, with diachronic and synchronic observations in the various disciplines which will come together in a Territorial Multimedia Information System, as well as aspects associated with training. Summarily, the goals of the study which was carried out are the following: • Building up a system of knowledge of the buildings and of the decorative parts which are artistically important through a campaign for surveying and cataloguing according to the most advanced canons under the standards of the European Union; • Carrying out a campaign, extended to the whole system, of historical – critical analysis, since each restoration project must inevitably be based on scientific knowledge of the object being worked on; • Carrying out a scientific analysis on the materials, their nature and their degree of conservation, with specific reference to the pilot sites; • Formulating analyses and drawing up the projects needed to carry out the pilot operations on buildings and parts of buildings (“artefacts”) which are affected by serious conservation problems (diffuse pathologies of stone, marble and metal); • The possibility of providing a concrete start up to the training of a staff able to support in Malta the forces and the skills needed to carry out - in the future - restoration and maintenance work of the whole system of fortifications. The issue then was that of carrying out a systematic knowledge analysis on different levels and different scales (territory, town, building, architecture) in order to understand the built object as a whole and in all its dimensions: historical, cultural, social, territorial and economic; and to organise the information so as it can be used on different levels and by different specialists.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2647774
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact