Partendo dall’ affermazione di Antonio Canova a Roma, a seguito delle commissioni relative ai monumenti funerari di Clemente XIV e Clemente XIII, l’intervento appunta l’attenzione sulla riflessione che l’artista dedica alla scultura antica, guardando al dibattito sugli stili innescato dall’ arrivo in Europa delle ‘antichità greche’.

‘O' saputo che il Deposito di Ganganelli, e Rezzonico sono stati dati al Canova scultore veneziano, cosa stravagante’

MICHELI, MARIA ELISA
2017-01-01

Abstract

Partendo dall’ affermazione di Antonio Canova a Roma, a seguito delle commissioni relative ai monumenti funerari di Clemente XIV e Clemente XIII, l’intervento appunta l’attenzione sulla riflessione che l’artista dedica alla scultura antica, guardando al dibattito sugli stili innescato dall’ arrivo in Europa delle ‘antichità greche’.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11576/2648466
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact